Rivelatore di presenza ottico thePixa KNX per l’ottimizzazione dell'automazione e la gestione degli edifici

(Haigerloch, 18 maggio 2021) Il rivelatore di presenza ottico KNX thePixa di Theben è in grado di stabilire quante persone sono presenti in una stanza ed in quale punto si trovano esattamente. Queste informazioni vengono utilizzate per attivare azioni predefinite nel controllo dell'edificio KNX. I vantaggi però non si limitano solamente alla building automation. Vengono in effetti creati dei valori aggiunti completamente nuovi per gli operatori di edifici: come ad esempio la possibilità di un organizzazione flessibile dei modelli di desk-sharing, per l'ottimizzazione dell'occupazione delle stanze e per la pulizia degli ambienti.

Da decenni i classici rivelatori di presenza con tecnologia a infrarossi passivi di Theben controllano l'illuminazione ed il clima interno in molti ambienti in modo sostenibile ed efficiente da un punto di vista energetico. I rilevatori Theben sono in grado di rilevare la presenza delle persone in modo affidabile e preciso in base allo spostamento termico. La tecnologia di rilevamento basata sull’analisi di pixel del rivelatore di presenza thePixa si traduce in applicazioni aggiuntive con un valore aggiunto significativo. Una proverbiale innovazione pluripremiata: thePixa ha recentemente ricevuto il German Innovation Award 2021. 

 

Rilevamento conforme al GDPR

La tecnologia di rilevamento di thePixa si basa su immagini a bassissima risoluzione ed è conforme al GDPR (approvato da DEKRA). Il rivelatore di presenza ottico riconosce le differenze di stato delle stanze monitorate ed elabora le informazioni corrispondenti. thePixa riconosce quanti oggetti in movimento si trovano nel range di rilevamento e li conta. Il risultato viene elaborato graficamente sotto forma di mappa termica e può essere consultato assieme a statistiche dettagliate sull'occupazione grazie all'app thePixa Plug. Queste informazioni attivano un'azione predefinita nel sistema di controllo dell'edificio, come ad esempio l'avvio del sistema di ventilazione in una sala riunioni completamente occupata. Se lo si desidera, il range di rilevamento può essere suddiviso in diverse zone. Grazie alla suddivisione precisa del range di rilevamento fino a 11 x 15,5 m, si può realizzare un controllo puntuale dell'illuminazione di stanze più grandi e si elimina la possibilità di commutazioni indesiderate. È possibile impostare zone di blocco, nelle quali i movimenti rilevati non attivano alcuna azione.

 

Valore aggiunto tangibile

La visualizzazione dei range rilevati nella mappa termica offre agli operatori degli edifici un significativo valore aggiunto: ad esempio la presentazione di prodotti nei centri commerciali può essere ottimizzata. Davanti a quali prodotti ci si ferma più frequentemente e quali suscitano maggiore interesse? Informazioni utili sono disponibili anche per gli ambienti e nelle aree degli uffici, ad esempio per una gestione efficiente del desk-sharing: quali luoghi di lavoro vengono utilizzati più spesso e quali meno? Ciò significa che si può reagire in modo flessibile ai picchi di carico. È possibile ridurre i costi operativi ed energetici degli edifici. I costi di installazione tipicamente elevati per una conversione o una ristrutturazione degli ambienti interni, vengono completamente eliminati, poiché le zone all'interno del range di rilevamento possono essere ridefinite semplicemente mediante l'app.

 

Innovazione premiata

thePixa ha recentemente ricevuto il German Innovation Award 2021, primo su 680 candidature. I motivi della premiazione forniti dalla giuria di esperti hanno messo in evidenza tra le altre cose, il concetto di utilizzo versatile, il controllo semplice tramite app, l'elevata attenzione per l'utente e l'eccellente design creato dallo Studio ID AID di Stoccarda, con un design pulito e minimalista. È stata evidenziata anche una maggiore sicurezza nei periodi di pandemia, grazie alle informazioni sulla densità di occupazione.

 

(3.350 caratteri)

Scarica il testo e le immagini